Africa Meru NP mammal’s census 2016

Africa

When you have acquired a taste for the dust,

and the scent of our first rain,

You’re hooked for life on Africa,

and you’ll not be right again.

Until you can watch the setting moon

and hear the jackals bark,

And know they are around you

waiting in the dark.

When you long to see the elephants

or hear the coucal’s song,

When the moonrise sets your blood on fire,

then you’ve been away too long.

It is time to cut the traces loose,

and let your heart go free.

Beyond that far horizon

where your spirit yearn to be.

Africa is waiting-      Come!

Since you have touched the open sky,

And learned to love the rustling grass

and the wild fish eagle’s cry.

You’ll always hunger for the bush;

for the lion’s rasping roar;

To camp at last beneath the stars

and to be at peace once more.

                                                             Author unknown

 

 

Sunset light

Sunset light

Ho aperto questo nuovo articolo con una cosuccia che ho trovato da qualche parte e messo nel cassetto in attesa di trovare l’occasione giusta e utilizzarla!!

Bene il momento è giusto, leggendo quelle frasi di un autore sconosciuto, ritengo abbia saputo dare in tutto e per tutto la mia idea di Africa, le cose che assaporo quando sono qui. Il legame che ho instaurato con questa terra.

Sunrise with a phone

Sunrise with a phone

Anche stamattina ho avuto l’occasione di fare un gamedrive solitario molto lungo, dall’alba alle una, in totale solitudine nel parco. Solitudine per evidenziare l’assenza umana, perché non sono mai stato da solo! Mi sono lasciato accarezzare dalla brezza monsonica proveniente da sud, che facendo ondeggiare i giallo dorati ciuffi d’erba rinfrescava le prime ore mattutine. E’ indescrivibile poter girovagare senza incontrare anima viva, solo animali nel loro ambiente naturale…ascoltare la voce della natura che ti riporta al pensare ancestrale, ascoltare le voci degli animali intenti nelle loro “faccende quotidiane”, ascoltare la voce del vento nelle fronde delle Comnifore distrutte dagli elefanti, piegate ma non ancora vinte…

Ma torniamo a pochi giorni fa, il week-end appena trascorso. Per la prima volta è stato effettuato nel Meru National Park un censimento sulla popolazione delle varie specie di mammiferi presenti. Si è optato per un censimento a transetto stradale (l’unico possibile per evidenziare le specie più piccole e meno appariscenti da un censimento aereo). Undici team sono stati scelti con un’area da investigare per ciascuno. Io ho avuto la leadership del mio il “block 9”!!

Le foto di rito del mio gruppo.

Le foto di rito del mio gruppo.

Sulla KAV del Rhino River Camp, oltre a me Daniel la nostra guida Masai, un Ranger per la sicurezza, due ricercatori (KWS e BornFree)  e la Responsabile delle vivande del KWS. Partiamo per la nostra ricerca con entusiasmo, penso sia il sogno di ogni ricercatore italiano che ama l’Africa poter far parte di un progetto così importante. Ricordo quando avidamente guardavo i documentari sognando…ora ne faccio parte…e non in secondo piano ma come partecipe primario!!!

 

in progress be patiens

Share Button
This entry was posted in Uncategorized.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*