Fotografare

African Hawk-eagle, immature male

African Hawk-eagle, immature male

Quando vedo certe bellissime immagini create ad arte, con i posatoi, le piantine fiorite “finte”, le mangiatoie vicine ma occultate, le vasche da bagno cinque stelle, tutti gli animali in posa come soldatini, luce perfetta e sfondo ritoccato, soffuso a dovere, con le possibilità di software attualmente presenti, mi viene da sorridere…

When I see some beautiful images created with art, with perches, flower planting “fake”, but concealed the neighboring troughs, tubs five-star bathroom, all animals posing as soldiers, perfect light and background retouched, suffused properly , with the possibility of software currently present, I make me smile …

Tawny Eagle, immature male

Tawny Eagle, immature male

Essendo un naturalista di campo, cioè che si è fatto le ossa studiando dal vero la natura, imparando a fotografare sul campo quando ancora bisognava proteggere le specie, prima di poterle fotografare e non portato da altri, che si sono fatti il mazzo per attirare la specie, mi viene ancora più da sorridere…

Being a field naturalist, that has been done by studying nature from real life, learning to shoot photo on the field when we still needed to protect the species, before you can take pictures and not led by others, who have worked  to attract the species, I still more to smile …

Bearded Woodpecker

Bearded Woodpecker

Se guardo le opportunità tecnico fotografiche attualmente esigibili e ricordo quando facevi fatica ad avere la luce a sufficienza, perché gli ASA, allora si chiamavano così, erano solamente 100 perché la pellicola a 200 faceva schifo; se guardo i metadati nascosti con iso a 15000, mi viene ancora più da sorridere…

If I look at the technical photographic opportunities currently due and remember when you were struggling to get enough light, because the ASA, then called it, were only 100, because the film 200 ASA was rubbish; if I look at the metadata hidden with ISO 15000, it comes even more to smile …

Black-cuckoo Shrike, immature

Black-cuckoo Shrike, immature

Se conto il numero di fotonaturalisti presenti attualmente sul web nei vari forum, che magari non conoscono nemmeno le specie fotografate e si inquietano perché li vuoi aiutare correggendo l’identificazione, che diventano fotonaturalisti dopo essere andati a Torrile o in uno dei tanti capanni a pagamento, mi viene ancora più da sorridere…

If I count the number of photo-naturalists currently on the web in various forums, that you may not even know the species photographed and get angry because you want to help them by correcting the identification that become photo-naturalists after going to Torrile or in one of many huts for a fee, I can even smile …

Fork-tailed Drongo

Fork-tailed Drongo

Sorridendo e sorridendo rimango dell’idea che le foto rubate sul campo, non preparate se non dalla conoscenza del comportamento, sono le mie preferite! Ti danno una gratificazione che non è uguale a quella di scattare un primo piano in un capanno “attrezzato” o a pagamento. Diverso è cogliere l’attimo fuggente, essere al punto giusto al momento giusto, fare la foto unica nel suo genere perché irripetibile, perché se non cogli quell’attimo non lo riavrai mai più. Certamente quando il soggetto è a meno di dieci metri e immobile,  la foto è nitida, a fuoco, ben esposta!, se non lo è… bè in quel caso meglio cambiare hobby!

Smiling and smiling I remain of the view that the pictures stolen on the field, not processed unless you don’t know the behavior, are my favorite! They give you a gratification that is not the same as taking a close-up in a “well equipped” or paid hide. Different is seize the fleeting moment, to be in the right place at the right time, make the photo unique in its kind because unrepeatable, because if you do not get that moment it never again. Certainly when the subject is less than ten meters and still, the picture is sharp, focused, well exposed! If it is not…in that case better to change hobby!

Hamerkop

Hamerkop

 

Queste le elucubrazioni che a qualcuno daranno certamente fastidio. Ma non le ho scritte per sentirmi superiore o per  creare polemica, solo lo sfogo dopo una mattinata passata a rincorrere nella foresta, ora abbastanza aperta del campo perché dry season e le piante per la maggioranza hanno perso le foglie come nel nostro autunno, diverse specie di piccoli uccelli sempre in movimento e magari schive nelle abitudini.

These are the ruminations that someone will bother. B ut I have not written to feel superior or to create controversy, only the vent after a morning spent playing catch various species in the forest; Now enough of the open field because dry season and the plants for the majority have lost their leaves as in our autumn, several species of small birds on the move and even reclusive habits.

African Paradise Flycatcher, adult female

African Paradise Flycatcher, adult female

Ecco le immagini che vi propongo oggi sono gli esempi di quanto ho voluto esternare, da ornitologo innamorato della natura.

Here are the pictures that I propose today are the examples of what I wanted to express, by ornithologist in love with nature.

A greeting

Un saluto

Share Button
This entry was posted in Uncategorized.

3 Comments

  1. Angelo 10 settembre, 2016 at 23:43 #

    Abito nel parco del Ticino e fotografo preferibilmente da capanno. Certo, metto posatoi ed esca, ma credimi, fotografare il Picchio (Rosso & Muratore), Scoiattoli, Martin P. e tutto quanto puoi trovare da queste parti, ad 1 mt., credimi, da soddisfazione. Si, perchè ho impiegato anni ad abituare questi animali a fidarsi, a dare un’occhio al cibo ed un occhio all’obbiettivo, ad 1 mt.. Riesco, se va bene, ad inserire una nuova specie all’anno fra i visitatori e questa è cmq grande soddisfazione. Qualche volta mi muovo nel bosco, ma le possibilità si riducono a quasi zero, non siamo nel Serengeti. Quindi, non disdegnamo il capanno, ha una sua logica.
    Ciao

    • himantopus 12 settembre, 2016 at 12:06 #

      ciao Angelo
      non posso che concordare con quanto scrivi.Se non mi conosci ed esplori il mio sito puoi capire un po della mia storia…I capanni li utilizzo e li ho utilizzati da quando ho iniziato a fotografare nel 1980, ancor più quando ho cominciato a filmare. Si può dire che i primi capanni a pagamento li abbia inventati io a torrile quando ho dovuto aumentare il prezzo per salvaguardare l’oasi e le attrezzature da pseudofotografi irrispettosi.
      Nel passato assolutamente e anche tuttora alcune specie le puoi fotografare bene solo così.
      Il mondo della fotografia lo conosco bene credimi, ho fatto anche la guida e diverse strutture attualmente in auge portano anche il mio contributo, mentre tantissimi self-made mi hanno chiesto aiuto e ho sempre risposto positivamente.
      Le mie esternazioni riguardano il momento attuale di come viene interpretata la fotografia da una frangia di autoproclamatisi fotonaturalisti. Frangia che non ha o non vuole avere la competenza, la conoscenza e l’interesse nelle specie che persegue come una collezione, soprattutto per mostrarle ad altri. Ma il sunto del mio articolo è un altro riguarda il modo di fotografare senza curarsi del disturbo arrecato, del modo di approcciarsi solo pensando alla foto che porterà molti mipiace, magari finti, tra amici, gruppi di amici, come avviene per la maggiore su alcuni forum. Sull’arroganza…e se conosci il mondo sai di cosa parlo.
      Grazie comunque per avermi dato un’altra opportunità di chiarire il mio pensiero.

  2. Johne211 20 settembre, 2016 at 00:42 #

    Excellent post. I was checking continuously this blog and I’m impressed! Extremely useful information specially the last part dfbcdfffcdag

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*