Monthly Archives: gennaio 2017

Otarde africane

Hartlaub's Bustard Adult male

Hartlaub’s Bustard Adult male

Vista la popolarità della fotografia dell’Otarda di Hartlaub che ho postato sulla mia pagina di facebook, ho voluto integrare con un passaggio sul mio blog! Avendo la fortuna di risiedere per diversi mesi nel Kenya e Manager di un lodge al confine con uno dei parchi più belli, appena ne avevo la possibilità scappavo nel parco. Armato della mia fotocamera ho passato giornate meravigliose esplorando quasi tutti le aree del parco, è veramente enorme, quasi 900 chilometri quadrati, e tutti i safari sono stati diversi. Vi si respira ancora l’aria della scoperta il completo wilderness del passato… Molto spesso da solo ho goduto infinitamente delle potenzialità che mi sono state offerte e da ornitologo ho scoperto la fauna africana…la mia lista delle specie ornitiche del parco è di 465, poi tutti i mammiferi, eccetera. Tra queste la famiglia Otididae è abbastanza rappresentata, ma non sono uccelli facili, spesso sono elusivi, difficili da avvicinare se non ne conosci il comportamento, le femmine di arduo riconoscimento…ma tantè che i challenge mi esaltano e allora ho voluto farvi conoscere  quanto ho “messo nel cassetto” ( frase che gli amici conoscono benissimo e significa quanto hai incamerato sei riuscito a realizzare). Considerate fino al recente passato nell’ordine dei Gruiformi, una nuova proposta di revisione della classificazione tassonomica le porterebbe in un nuovo ordine, il loro, quello degli Otidiformes. Nel Kenya si possono incontrare sette specie diverse di Otarde, distribuite da nord a sud o tipiche di savane e aree steppiche più o meno aride. tre sono di taglia molto grande e in genere sono di facile identificazione, evidenziano anche spettacolari cerimonie di corteggiamento sul terreno e sono : l’Otarda di Kori (Ardeotis kori), la più grande; l’Otarda di Heuglin (Neotis heuglini) presente nell’estremo nord del kenya e che ho avuto la fortuna di vedere solamente una volta senza però fotografarla, un individuo maschio timidissimo…; l’Otarda di Stanley (Neotis denhami) presente in una fascia che va dal Maasai Mara a nord, ma sempre nel Kenya meridionale. Quattro sono considerate le “piccole otarde”, ma sempre delle dimensioni minime di un fagiano per la più piccola e queste sono molto più distribuite visibili e fotografabili. I maschi in abito nuziale sono ben identificabili, mentre le femmine e gli immaturi bisogna “chimicarli” per bene. Queste sono L’Otarda panciabianca (Eupodotis senegalensis), l’Otarda crestacamoscio (Lophotis gindiana), l’Otarda pancianera (Lissotis melanogaster) e l’Otarda di Hartlaub (Lissotis hartlaubii).

Given the popularity of the  Hartlaub’s bustard photograph that I posted on my Facebook page, I wanted to integrate with a passage on my blog! Having the good fortune to stay for several months in Kenya and manager of a lodge on the border of one of the most beautiful parks, as soon as I had the chance I escaped in the park. Armed with my camera I spent wonderful days exploring almost all areas of the park, is really huge, nearly 900 square kilometers, and all the safaris were different. It can still breathe the air of the discovery of the complete wilderness of the past … Very often alone I enjoyed infinitely the potential that I have been offered and ornithologist I discovered African wildlife … my list of the nettle species in the park is 465, then all mammals, etcetera. These include the Otididae is fairly represented, but are not easy birds, often elusive, difficult to approach if you do not know the behavior, females daunting recognition … but predominance; the challenge exalt me and then I wanted to let you know how much I “put in the drawer” (a phrase that friends know very well what it means, and you have forfeited you managed to achieve). Considered up to the recent past in the order of Gruiformes, a new proposal for a revision of the taxonomic classification would bring in a new order, their own, that of Otidiformes. In Kenya you can meet seven different species of bustards, distributed from north to south or typical savannas and more or less arid steppe areas. three are very large in size and are generally easy to identify, also highlight spectacular courtship ceremonies on the ground and they are: the Kori Bustard (Ardeotis kori), the largest; the Heuglin’s Bustard (Neotis heuglini) present in the far north of Kenya, and I was lucky to see only once but did not photograph it, a male individual very shy …; the Denham’s Bustard (Neotis denhami) present in a group ranging from the Maasai Mara to the north, but also in southern Kenya. Four are considered “small bustards”, but always with a minimum size of a pheasant for the smallest and these are much more visible and distributed and possible to photograph. The in wedding dress males are easily identified, while the females and immature must difficult. These are White-bellied Bustard  (Eupodotis senegalensis), theBuff-crested Bustard (Lophotis gindiana), the Black-bellied Bustard (Lissotis melanogaster ) and the Hartlaub’s Bustard (Lissotis hartlaubii).

Kori Bustard adult male

Kori Bustard adult male

L’Otarda di Kori è il più grosso uccello africano che può volare, i maschi pesano normalmente diciotto chili! Vederli volare è un’esperienza! Prima di poterli vedere senti il fischio ritmato del battito alare, non sai cos’è ne da dove viene, poi vedi questo enorme uccello che sembra un’Aquila con battiti alari profondi e lenti, ma sono le cerimonie di corteggiamento che sono spettacolari. I maschi impettiti, gonfi, con la coda portata alta a mò di bandiera passeggiano avanti e indietro sul loro territorio “pavoneggiandosi e gonfiando il collo all’avvicinarsi di una femmina o di un altro maschio.  Avere la fortuna di vedere i combattimenti è veramente incredibile, i maschi si fronteggiano pavoneggiandosi emettendo bassi gorgoglii, poi si attaccano spingendosi becco a becco, finché uno non decide di ritirarsi, inseguito sia a terra che in volo dal vincitore.

The Kori Bustard is the largest African bird that can fly, the males usually weigh forty pounds! Watch them fly is an experience! Before you can see hear the whistle of the rhythmic wing beat, you do not know what it where it comes, then you see this huge bird that looks like an eagle with deep wing beats and slow, but the courtship ceremonies are spectacular. The strutting males, swollen, with the tail carried high in a kind of flag strolling back and forth on their territory “strutting and puffing out his neck at the approach of a female or another male. Having the good fortune to see the fighting is really amazing , males face each strutting emitting low rumbling, then attach themselves pushing beak to beak, until one decides to retire, he pursued both on land and in the air by the winner.

I due contendenti in lotta the two contenders fighting

I due contendenti in lotta
the two contenders fighting

Le femmine sono di dimensioni leggermente più piccole e si riconoscono per il piumaggio meno brillante e cresta meno evidente, collo meno strutturato e snello.

Females are slightly smaller in size and are distinguished by less brilliant plumage and crest less obvious, less structured and slender neck.

Kori Bustard adult female

Kori Bustard adult female

 

L’Otarda di Stanley o di Denham o di Jackson a seconda della sottospecie è invece più piccola e più colorata della precedente. Il maschio raggiunge solamente i dieci chili. E’ diventata sempre più rara a causa dei cambiamenti ambientali operati dall’uomo ed è difficilmente osservabile anche all’interno dei parchi.

The Denham’s Bustard or  (Jackson’s or Stanley’ B.) depending on the subspecies is rather smaller and more colorful than the last. The male reaches only ten Kg. And ‘it becomes increasingly rare due to environmental changes wrought by man and is hardly observable even within the parks.

Denham's Bustard, adult male, Maasai Mara 1995

Denham’s Bustard, adult male, Maasai Mara 1995

E veniamo alle “piccole”, con l’Otarda panciabianca. Abbastanza diffusa e facile da riconoscere. Il maschio mostra una bellissima colorazione bluastra nella parte posteriore del collo e sulla testa. Durante il  display, quando tiene alzata la cresta e gonfia il collo, è una splendida macchia di colore visibile da molto lontano. La visibilità delle Otarde dipende anche dalla frequentazione turistica dell’area protetta, dal comportamento dei turisti con le auto e dal numero di auto che gli animali sono abituati a vedere giornalmente; ci sono poi le differenze caratteriali dei vari individui. Nel Meru NP gli animali non vedono molte auto e dipende dall’approccio del fotografo la possibilità dell’avvicinamento. Ci possono essere individui facili e altri impossibili da avvicinare, se poi mettete nel conto anche le variazioni nell’altezza dell’erba (molto alta dopo le piogge) e una certa elusività delle varie specie, non è sempre facile ottenere buone immagini.

And we come to the “small”, with the White-bellied Bustard. Quite common and easy to recognize. The male shows a beautiful blue color in the back of the neck and head. During the display, when holding the crest raised and swollen neck, it is a beautiful spot of color seen from a great distance. The visibility of the Bustards also depends on tourists visiting the protected area, the behavior of tourists with cars and the number of cars that the animals are used to seeing on a daily basis; then there are the temperamental differences of the various individuals. In Meru NP animals they do not see many cars and depends on the behavior of the approach the possibility of the photographer. There can be easy individuals and others are impossible to bring, then if you put in the account variations in the height of the grass (very high after the rains) and a certain elusiveness of the various species, it is not always easy to get good pictures.

Otarda panciabianca, maschio adulto. White-bellied Bustard, adult male.

Otarda panciabianca, maschio adulto.
White-bellied Bustard, adult male.

La femmina mostra una colorazione molto simile alle altre specie, decisamente criptica e la si distingue per i toni chiari e per le dimensioni oltre che all’areale di presenza. Negli individui adulti in riproduzione si può notare una leggera lavatura azzurra nel retro collo, ma non sempre visibile.

The female shows a very similar color to the other species, very cryptic and are distinguished by light colors and sizes as well as the distribution. In breeding individuals you may notice a light blue washing in the back of neck, but not always visible.

Otarda panciabianca femmina. White-bellied Bustard female.

Otarda panciabianca femmina.
White-bellied Bustard female.

 

La più piccola delle specie del Kenya, da poco elevata al rango di specie piena, è l’Otarda crestacamoscio. Le dimensioni sono leggermente più piccole della precedente ed è caratteristica per le zampe relativamente corte rispetto alle altre specie. Frequenta aree aride e cespugliose, savane ad acacia. Di indole piuttosto elusiva è abbastanza difficile da osservarsi e da avvicinare. Il maschi durante il display di corteggiamento si alzano in volo quasi verticalmente e dopo un ampio arco scendono velocemente al suolo aprendo le ali solo all’ultimo istante, camminando poi velocemente verso la femmina con una postura orizzontale e col piumaggio gonfio e la cresta ben alzata e aperta.

The smallest species of Kenya, recently elevated to full species status, is the Buff-crested Bustard. The dimensions are slightly smaller than the previous one and is characteristic to the relatively short legs than the other species. He frequents arid and bushy area, savannah with acacias. Rather elusive is quite difficult to observe and to approach. The males during courtship display fly up almost vertically and after a wide arc go down quickly to the ground by opening the wings at the last moment, then walked quickly toward the female with a horizontal posture and with a heavy and well-raised crest, all the plumage it’s open.

Otarda crestacastana, maschio. Buff-crested Bustard, male

Otarda crestacamoscio maschio.
Buff-crested Bustard, male

 

La femmina è facilmente riconoscibile dalle altre per la pancia nera e per le piccole dimensioni, ma anche per la colorazione generale più chiara.

The female is easily recognizable by the other for the black belly and for the small size, but also for the clearest general staining.

Otarda crestacamoscio femmina, con pullo Buff-crested-bustard, female with chick.

Otarda crestacamoscio femmina, con pullo
Buff-crested-bustard, female with chick.

 

E veniamo alle due specie più difficoltose da identificare se non si osservano da vicino e con la dovuta cautela. Ad una prima analisi superficiale sono molto simili e le identificazioni non corrette sono all’ordine del giorno. Spesso le guide tendono a identificarle tutte come Otarda pancianera, specialmente nel nord del Kenya dove sono presenti entrambe.

Which brings us to the two most difficult species to be identified if not observed closely and with due caution. At first superficial analysis are very similar and incorrect identifications are commonplace. Often the safari’s guides tend to identify them all as Black-bellied Bustard, especially in northern Kenya where both are present.

Otarda pancianera maschio. Black-bellied Bustard, male.

Otarda pancianera maschio. Black-bellied Bustard, male.

L’Otarda pancianera maschio si distingue per i toni del piumaggio più chiari, marroni, parte posteriore del collo camoscio scuro con vermicolature, per la gola meno nera, per le dimensioni più ridotte (difficile sul campo), becco più fine; sopracciglio più cospicuo ed evidente.

The Black-bellied Bustard male is distinguished by the lighter plumage tones, brown, back of the neck with dark suede vermicolature, by the throat less black, for smaller size (hard on the field), finer beak; most conspicuous and obvious eyebrow.

Otarda pancianera maschio in volo. Black-bellied Bustard, male in flight.

Otarda pancianera maschio in volo.
Black-bellied Bustard, male in flight.

In volo si apprezza il sottocoda bruno (non nero) con bande nerastre e estensione minore del bianco sulle remiganti; le remiganti secondarie presentano tutte una banda terminale nera.

In flight appreciates the tail strap brown (not black) with blackish bands and smaller extension of the white flight feathers; secondary flight feathers all have a black terminal band.

Otarda di Hartlaub maschio in display Hartlaub's Bustard, male displaying

Otarda di Hartlaub maschio in display
Hartlaub’s Bustard, male displaying

L’Otarda di Hartlaub è generalmente riconoscibile per l’estensione maggiore del nero nella testa che forma una specie di mascherina. Il sopracciglio è di colore grigio scuro e una sottile linea nera scende e borda nella parte posteriore l’occhio. La gola è sempre molto più nera e il collo posteriore è di colore grigio argentato. Il sottocoda è interamente nero lucente. I toni del dorso sono più scuri e contrastati.

The Hartlaub’s Bustard is generally recognizable by the greater extension of the black in the head that forms a kind of mask. The eyebrow is dark gray and thin black line drops and beads in the back the eye. The gorge is always a lot more black and the rear neck is silver-gray. The undertail is all shiny black. The spine tones are darker and contrasted.

Otarda di Hartlaub femmina. Hartlaub's Bustard female

Otarda di Hartlaub femmina.
Hartlaub’s Bustard female

La femmina è riconoscibile per i toni più scuri sul dorso e per l’assenza di vermicolatura sul collo posteriore, il collo si presenta striato o maculato. Ma non sempre risulta di facile identificazione. Il tempo d’osservazione e la distanza del soggetto sono variabili da considerare.

The female is recognizable by the darker tones on the back and is not vermiculated on the back neck, the neck looks streaky or spotted. But it is not always easy to identify. The time of observation and the distance of the subject are variables to consider.

 

Con questa breve carrellata, certamente non esaustiva, ho voluto condividere con voi alcune esperienze africane.

Un saluto e alla prossima.

With this brief overview, certainly not exhaustive, I wanted to share with you some African experiences.

Greetings and see you soon.

 

Share Button
Posted in Uncategorized